L’ANGELO ELETTRICO Suicidio collettivo di una gioventù bruciata, senza prospettive, delusa, in un paese confuso e disgregato. Due ragazzi e una ragazza nella stanza di un hotel hanno ognuno una valigia con l’occorrente per il suicidio. Parlano, litigano, hanno rimpianti e ripensamenti. Poco prima dell’ora stabilita accendono la televisione e vedono una scena simile alle Sedie di Ionesco, dove due persone attaccano fili ed elettrodi a delle sedie. Ma viene a mancare la luce, dal momento che lo Stato, rimasto senza fondi, si è trovato costretto a interrompere la corrente su tutto il territorio. 

Radu Macrinici Nasce a a Sighisoara nel 1964. Dal 1992 al 2004 è direttore artistico del Teatro Andrei Muresanu e dal 1996 al 2006 è il direttore artistico del Festival Internazionale del Teatro Atelier di Stefanu Gherghe. Le sue opere sono state rappresentate nei teatri più importanti della Romania e in alcuni teatri Europei: Théâtre Renaud Barrault di Parigi, Teatro Nazionale Maria Guerrero di Madrid, Théâtre de la Resistence Palace di Bruxelles e dalla compagnia Teatral do Chiado di Lisbona.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: