Tramedautore 2006
Festival internazionale della nuova drammaturgia
VI edizione

Milano – dal 13 al 24 settembre 2006

Piccolo Teatro Grassi | Teatro Out Off | Teatro Arsenale

in scena gli autori da
Polonia – Repubblica Ceca – Romania – Russia – Slovacchia – Ungheria – Italia

Nel prepararci a programmare la VI edizione di Tramedautore, dedicata principalmente ai paesi dell’Europa centro orientale, Bruno Bearzi, amico e socio di Outis, mi ha prestato il suo Imperium (un prestito che è stato un magnifico regalo!). Pagine dense di eventi storici, di esperienze vissute, di spunti ironici, di episodi dolorosi, che ci hanno permesso di cogliere un’atmosfera, utile per una chiave di lettura della cultura di quei paesi e del loro teatro; anzi, per quel che più c’interessava, con la nuova generazione di autori.

La glasnost, sollevando la cortina, ci aveva permesso, a suo tempo, di conoscere parecchi scrittori russi e, attraverso le loro opere, una realtà sociale ricca di stratificazioni.
Quasi 17 anni dopo il crollo del Muro di Berlino, anche noi abbiamo deciso di tornare da “quelle parti” per tentare di comprenderne alcuni mutamenti.
L’arte, per sua natura, attraverso il veicolo delle emozioni, può farci cogliere il senso profondo delle evoluzioni storiche, sociali, esistenziali della condizione umana.
Imperium, per questi aspetti, è molto più una narrazione d’autore, che non un saggio scientifico.
È questo il filo che abbiamo cercato di seguire anche noi, consapevoli che le identità dei popoli costituiscono un nutrimento per il nostro lavoro, perciò ci prepariamo a questo appuntamento accompagnati dalle parole di Kapuściński/Conrad.

“ Chi sarà questo nuovo altro? Come si svolgerà il nostro incontro? Che cosa ci diremo? In quale lingua? Riusciremo ad ascoltarci? Riusciremo a far risuonare ciò che – come dice Conrad – “suscita la nostra capacità di provare meraviglia e ammirazione, il senso di mistero della vita, il nostro sentimento della pietà, del bello e del dolore, la segreta comunione con il mondo, la sottile ma indomabile certezza della solidarietà che unisce infiniti cuori umani, quell’identità di sogni, gioie, dolori, aspirazioni, illusioni, speranze e timori che accomuna l’uomo all’uomo e unisce l’intera umanità: i morti ai vivi e i vivi a chi non è ancora nato”?
Ryszard Kapuściński
 
Piena di novità, questa VI edizione di Tramedautore accoglie per la prima volta spettacoli compiuti e un gemellaggio con il Festival Quartieri dell’Arte di Viterbo, diretto da Gian Maria Cervo, con cui condividiamo spettacoli stranieri e italiani.

Cuore del festival sarà dunque la drammaturgia dei paesi dell’est Europa di cui presentiamo dieci testi teatrali di altrettanti autori, tradotti per la prima volta in italiano, frutto di una selezione che ha privilegiato non solo la bontà delle opere ma anche la loro valenza sociale. Vedi nota a parte di Roberta Arcelloni.

Non meno ricca sarà la parte del festival riservata alla drammaturgia italiana, che vanta, nell’alternarsi tra giovani e più consolidati autori, molte proposte interessanti.

Si comincia con l’Ungheria del seicento e col primo uomo processato per vampirismo, descritto in L’uomo più crudele di Gian Maria Cervo, per passare agli scavi psicologici al centro de La conversazione di Linda Ferri, nel quale una donna trentacinquenne si confronta con la presenza di un padre morto alla stessa età. Si prosegue con Semmelweis di Luciano Colavero, storia di un medico che impazzisce perché la sua lotta per la verità non viene accettata e che ha come interprete l’attore di colore Mamadou Dioume, spesso impegnato con Peter Brook.

Un FUORI PROGRAMMA, domenica 17 settembre al Piccolo Teatro, permetterà agli spettatori di incontrare l’indignato e monologante scrittore Aurelio Picca (suggerito da Luca Doninelli) con L’Italia è morta, io sono l’Italia.

Tra gli autori più giovani, al Teatro Arsenale, Marco di Stefano, che ambienta in un futuro, neanche tanto lontano, nel quale è proibito viaggiare e le stazioni ferroviarie vengono usate come carceri, il suo Checkpoint e Sarah Tardino con La colazione, primo testo teatrale di quest’apprezzata  poetessa, che si ispira a un fatto di cronaca e tratta il ritrovamento del cadavere mummificato di un’attrice.

Al Teatro Out Off, troverà posto l’operaio rinchiuso con una bomba e un palmare nel cesso della fabbrica in cui lavora, raccontato senza tragico epilogo da Marco Gobetti in In-ec-cesso; eppoi Vi, testo nato dalle suggestioni di quattro giovani autori (Paolo Bignamini, Gian Maria Cervo, Valentina Diana, Tiziano Fratus) a partire dal testo di L.F.Cèline Voyage au Bout de la Nuit; la performance di Gianluigi Gherzi, Errata corrige, nella quale il mondo del teatro incontra quello del giornalismo, due forme di scrittura che, sia pure differenti, aiutano a interpretare il mondo.

In forma spettacolare sarà anche Doppia finzione di Rocco D’Onghia, dove l’immaginario  triangolo amoroso tra proletari immigrati nella Milano degli anni sessanta, oggetto della pièce, si intreccia con la vita vera degli attori che lo interpretano.

E ancora, temi importanti o scottanti, trattati con lucida “verità”, vedi il Magnificat di Antonio Moresco, vivida immagine poetica intorno alla nascita di un bambino in uno scenario di guerra, o con un tocco di leggerezza, come quello di Sora Water, una sofisticata commedia di Giacomo Guidetti che riferisce dei commerci di una multinazionale intorno all’acqua potabile in un futuro talmente prossimo che sembra già presente.

Dodici giorni di festival che rivolgiamo al pubblico per partecipare alla bella kermesse di linguaggi, storie, aspirazioni; eppoi incontri: tra autori e attori e registi, tra autori e spettatori, all’insegna della vitalità e del confronto.

Angela Lucrezia Calicchio
Presidente Outis

www.outis.it

Comitato di lettura
 Roberta Arcelloni, Angela Lucrezia Calicchio, Pierpaolo Olcese, Dóra Várnai

Si ringraziano:
Irina Ionescu, Extramondo, Mohole Laboratorio di Linguaggi, Matilde Azevedo Neves, Giovanni Papotto
 

One Response to “tramedautore 2006 – note di A. L. Calicchio”


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: