ATTENZIONE

12 febbraio 2007

Attenzione! Su questo sito troverai articoli aggiornati al 20 gennaio 2007

ArsTuaVitaMea si è trasferita su un nuovo server per poter offrire nuovi e migliori servizi.

All’indirizzo www.arstuavitamea.com potrai trovare tutti i nuovi articoli e molte altre funzionalità come gli appuntamenti, i sondaggi, la NewsLetter dove registrarti per avere tutte le novità sulla tua posta elettronica.

L’agenzia artistica è all’indirizzo www.arstuavitamea.com/agenzia. Qui direttori artistici e organizzatori potranno trovare proposte di spettacoli

Annunci

michel auder

Michel Auder

giovedi 18 gennaio 2007 al Grenoble ore 18,30

proiezione di portrait of an artist at work: Cindy Sherman
un film di Michel Auder

venerdi 19 gennaio 2007 alla Galleria Fonti

Nel 1968, a Parigi, Auder comincia la sua carriera di videoartista collaborando con un gruppo di filmmakers indipendenti, chiamato Zanzibar. Poi incontra Viva, sua futura moglie e musa ispiratrice delle Warhol Superstar. Ed è grazie a lei che Auder incontrerà il padre della Pop-art e sarà ospite della Factory. Nel 1969 Auder acquista la sua prima telecamera e inizia le riprese. I video realizzati negli anni a seguire danno vita ad un cospicuo corpus filmico. Da questo momento il suo lavoro si struttura in diverse forme e generi, creando trame fittizie, collages ottenuti dall’appropriazione di altri media, documentari e video portraits.

venerdi 19 gennaio 2007
alla Galleria Fonti

In mostra quattro video: Dope, 2006 ,e tre video della serie “Narcotica” My last bag of Heroin (For Real),1986, Polaroid Cocaine,1993 e My first pipe of opium since 1973, 2004.

In “Dope”, l’artista realizza un video-collage di due registrazioni, una in bianco e nero dei primi anni ‘70 e una recente a colori, dove il gesto di sniffare cocaina viene riproposto in due momenti temporali distinti.In My last bag of Heroin (for real), Auder è l’attore protagonista e dichiara drammaticamente la sua tossicodipendenza con queste parole “Tu sai di essere dipendente dall’eroina quando cominci a dire che ogni dose è l’ultima”. Polaroid Cocaine è un breve montaggio di immagini sulla morte, distruzione e desiderio, dove il brivido della cocaina diventa metafora della loro consunzione, il titolo e la musica sono di Jean-Jacques Shul e la voce narrante è di Ingrid Caven. In My first pipe of opium since 1973, realizza un video dove unisce immagini reali con immagini costruite cosicchè questa dichiarata ossessione per la droga viene ridimensionata dalle parti fittizie.

I video, estratti da questo ricchissimo archivio, sono in parte registrazioni dirette, altri, invece, sono stati montati anni dopo essere stati girati, in un processo di esplicita ricomposizione, non per ricostruire, ma per riconsiderare il processo della memoria di certe situazioni, persone e immagini, attraverso il presente, come mezzo per raccontare storie e comunicare.
Nella sua opera, Auder, non da messaggi, non educa, non informa, semplicemente osserva, guarda, crea una grande intimità con ciò che riprende, questa incredibile curiosità voyeuristica gli permette di accorgersi di piccoli dettagli, magari invisibili a tutti, ma per lui particolari essenziali, come il libro di Sade “La philosophie dans le boudoir” in Dope, non esclude nulla, gli interessa tutta la realtà (come i fiammiferi in My last bag of heroin).

MAGGIORI INFO:

Istituto Francese di Napoli – via Crispi, 86, 80121 Napoli
http://www.france-napoli.it/

http://www.michelauder.com/

http://www.galleriafonti.it/

____________________________________________

mani di pelle
Mani di Pelle
arte guantaria a Napoli:
una tradizione secolare in via di estinzione

mercoledi 17 gennaio
AL GRENOBLE
Institut français de Naples
081 669 665
http://www.france-napoli.it

Il film Mani di Pelle di Antonio Caiafa nasce grazie ad una tesi di Laurea discussa nel Luglio 2004 dal titolo “I Guantai Napoletani e il Rione Sanità”.
Il film-documentario sull’antico mestiere dei guantai napoletani sarà presentato da Mauro Squillace che lo ha prodotto.

Programma:
Mostra fotografica di Teresa Di Fiore. Le immagini ritraggono i processi di lavorazione della pelle (dalla conceria alla tintoria) e di realizzazione del prodotto finito.
Proiezione del film Mani di Pelle (sottotitoli in francese)
Ore 17
Interventi:
Mauro Squillace, Pascale Froment, Jean Strazzeri, Roger Vaucenat, Sandro Temin, Gabriella Gribaudi, Nicola Campoli
Ore 17,35
Saranno presenti oltre al regista del film, Antonio Caiafa, Nicola Oddati, Giovanna Martano, alcuni attori e attrici, il cast e gli organizzatori del film.


INGRESSO LIBERO

articolo spostato qui

Il Settimo Splendore. La modernità della malinconia

Palazzo della Ragione, Verona
25 marzo – 29 luglio 2007

Centottanta capolavori, suddivisi in 6 sezioni, saranno esposti a Verona a partire dal 25 marzo del prossimo anno. Le opere sono di Botticelli e del Pontormo, di Giorgione e del Lotto, di Tiziano e del Tintoretto, di Parmigianino e del Carracci, di Caravaggio e del Guercino, di El Greco e del Fetti, di Canova e di Piranesi, di Böcklin e di de Chirico, di Modigliani e Carrà, di Paolini e Pistoletto, di De Dominicis e Barni, e di molti altri ancora, Michelangelo compreso, presente in mostra con uno studio di testa per la Cappella Sistina in San Pietro, che contrassegna la malinconia profonda di un artista che nell’oscurità della materia trova il segreto miracolo della forma.

MAGGIORI INFORMAZIONI Leggi il seguito di questo post »

TY’SH presenta

CONCERTO PER OLIO SU TELA
opere di Massimiliano Mirabella
mirabella
opening 16 dicembre  ore 19.00
16-26 dicembre 2006

Una nuova realtà si affaccia sulla scena artistica flegrea, TY’SH, associazione culturale che vuole iniziare, con la personale di Massimiliano Mirabella, CONCERTO PER OLIO SU TELA, un percorso d’incontro e fusione di arti diverse.
Uno spazio di 110 mq che nasce con lo spirito  di location trasversale dove si possono realizzare scambi e incontri per addetti ai lavori e per tutti gli appassionati d’arte.

Si comincia con un poliedrico artista come Massimiliano Mirabella. Musiche medievali suonate dal vivo saranno la delicata colonna sonora e insieme lo stridente contrasto con la serie di pale, tele e arazzi dipinti dall’artista partenopeo e con la performance che ne deriverà.

NOTIZIE UTILI:

TY’SH associazione culturale
Via Suolo S. Gennaro, 15
Pozzuoli- Napoli

Informazioni: tel. 333.9113332  mail: labtysh@libero.it
Apertura spazio:  il giovedì dalle 22 , gli altri giorni su appuntamento

Ingresso:   libero

Antropologie del vedere contemporaneo: Napoli.
Alla galleria 1/9 Unosunove Arte Contemporanea sabato 9 e sabato 16 dicembre 2006.

Un progetto a cura di Chiara Vigliotti di incontri/dibattito il cui fine è quello di presentare alcuni dei più recenti eventi legati alla giovane curatela contemporanea sul territorio nazionale, utilizzando come contenitori, strutture, la cui destinazione d’uso iniziale non sia necessariamente legata all’arte contemporanea stessa e coinvolgere un pubblico che diventi fruitore, pur non essendone assolutamente esperto. Ogni ciclo di due incontri avrà luogo in una diversa galleria privata o spazio espositivo che sia a sua volta giovane sul territorio con l’intervento di giovani giornalisti e critici che collaborano con le riviste specializzate, offrendo loro la possibilità di confrontarsi in maniera diretta con chi ha materialmente dato vita ai progetti di cui gli stessi hanno scritto sulle rispettive riviste.

La prima serie che ha avuto luogo nella nuova sede romana della Galleria Antonio Battaglia ha ospitato 5 giovani curatori attivi a Roma: Lorenzo Benedetti, Raffella Guidobono, Ilaria Marotta, Francesco Stocchi e Sabrina Vedovotto.

Questo ciclo avrà come tema la città di Napoli ed interverranno : Gigiotto del Vecchio, Marco Izzolino, Luigi Giovinazzo, Stefania Palumbo e Sissa Verde negli spazi della giovane Galleria Unosunove di Roma.

1/9 Unosunove Arte Contemporanea
palazzo santacroce, via degli specchi 20 Roma
www.unosunove.com
gallery@unosunove.com
tel. 06 97613696 fax 06 97613810

PROGRAMMA Leggi il seguito di questo post »