FuocOVitale: ad Ercolano (NA) dal 23 settembre 2006

20 settembre 2006

FuocOVitale

23 – 30 settembre 2006

Ad Ercolano, in provincia di Napoli, dal 23 al 30 settembre 2006 una mostra d’arte ispirata al fuoco vitale inteso ora come magma e silenziosa energia del Vulcano (siamo pur sempre ai piedi del Vesuvio), ora come vino, nettare rosso e antico.

CIVES / MAV Museo Archeologico Virtuale
via IV Novembre Ercolano, Napoli

Arte, magma e vino
Associazione culturale Arte da mangiare Onlus di Napoli 

<Il fuoco vitale non brucia, non ustiona la nostra pelle indifesa, ma accarezza la mente e riscalda i cuori. C’è vita nel fuoco sacro del Vesuvio, c’è un rito che si consuma partendo da Olimpia. E soprattutto è una rossa linfa vitale il vino che questa terra campana produce, baciata dal sole, coccolata dal Mediterraneo, turbata dai suoi vulcani.E la pittura alimenta il fuoco vitale, aggiungendo ossigeno alla fiamma, trovando sempre un motivo in più per continuare a crederci. E con il calore la pittura si dilata, invade competenze e discipline, diventa materia fertile per linguaggi multipli, diventa arte totale…> (Enzo Battarra) 

FuocOVitale è una mostra di Libri d’artista, opere oggettuali create per l’occasione da venti artisti della scena contemporanea che si sono cimentati con la pittura, la scultura, la fotografia, il video e l’assemblaggio. Risultato: venti opere d’arte, libere espressioni di una letteratura visiva che va a sollecitare i cinque sensi. Il tema a cui si sono ispirati è il fuoco vitale inteso ora come magma e silenziosa energia del Vulcano (siamo pur sempre ai piedi del Vesuvio), ora come vino, nettare rosso e antico. La collezione che ne deriva è unica e monotematica, ma diverse e sottili sono le interpretazioni che i venti artisti hanno dato allo stesso tema.

Vittorio Avella ha messo su carta il racconto dell’acqua e della terra attraverso icone realizzate a tempera dove il cromatismo ricorda gli umori del vino; Antonio Barbagallo ha dipinto col vino una tela di canapa, dando forma così a un libro divino e di vino; Angelo Casciello firma un diario fatto di simboli e materia dove le pagine appaiono scavate e corrose dal tempo. Le tiene unite una pietra vulcanica. Mario Ciaramella ha dedicato al Lacryma Christi il suo trittico minimale, fatto di pietra lavica, cera, ferro e carta; Christian Costa ha riletto le Baccanti di Euripide e con un sovrapporsi di tecniche pittoriche e grafiche (carta, cera, fotografia) ha mixato scene, colori, corpi e sensazioni di una tragedia antica; Laura Cristinzio dà forma a forme pesanti e fortemente materiali che germinano una seconda realtà immateriale e mutevole. Il suo libro gioca con la materia e il colore: una materia graffiata, tormentata dai pensieri. Antonio Davide rievoca i riti antichi di Dioniso e propone in mostra una pelle di capro con una teca al cui interno appare un calice di vino rosso; il lavoro di Antonio Di Grazia è concettuale e travalica il confine dell’opera: l’oggetto proposto è una contaminazione di oggetti, di reperti della quotidianità; Peppe Ferraro firma un “Libro del grappolo rosso”, una lastra di piombo di 70 cm; Mario Franco ha messo per immagini il concerto per soprano e orchestra di Alban BergDer Wein”: 25 fotogrammi stampati su triacetato con un testo di Pasquale Scialò; Enrico Grieco con il suo “Non aprite questo libro” induce in tentazione sostituendo alla mela del peccato, un succoso grappolo d’uva; Antonio Manfredi presenta il suo Wine dream 2006, un’installazione rigorosa di forte impatto visivo in cui il corpo nudo dell’artista appare accoccolato in un calice colmo di vino rosso. Armando Moriconi ha lavorato col marmo statuario che ha plasmato per accogliere il nettare rosso campano: la pietra accoglie così la sua anima liquida. Renata Petti rievoca con tecnica mista su cartone un’antica leggenda greca secondo la quale la prima coppa fu modellata sul seno della bellissima Elena; Veronique Pozzi ha attinto alla cultura popolare napoletana recuperando tre proverbi sul vino in dialetto con i quali ha giocato su un atlante geografico aperto sulle pagine del golfo partenopeo. Sergio Riccio presenta immagini in bianco e nero di vigne vulcaniche: la sagoma nera del Vesuvio è un’icona buona e portatrice di frutti; Errico Ruotolo firma un inedito “Enoquadro” con tecnica a smalto; Vittorio Tolu lavora sul libro inteso come oggetto-opera, come metafora della vita e della conoscenza; Attilio Tono ha recuperato due vecchi fascicoli del Touring Club specifici della Campania: ha poi intagliato la sagoma di una bottiglia e di un calice. Oreste Zevola propone un universo di figure e simboli che rimandano al vino e al vulcano e che si stratificano in un caleidoscopio di immagini dal fascino suggestivo.

Completa la mostra l’installazione-performance di Laura Cristinzio: una gigantesca coppa di plexiglas in cui l’artista versa ettolitri di vino rosso in un effluvio di profumi e sensazioni.

La mostra, ideata da Associazione Arte da mangiare Onlus di Napoli, è curata da Enzo Battarra. I contributi critici in catalogo sono di Michele Bonuomo, Stefano Bottini, Raffaella Casciello, Raffaele D. Gambardella, Mimmo Grasso, Claudia Grieco, Marco Meneguzzo, Pasquale Scialò, Massimo Sgroi, Lara-Vinca Masini.

 

Il Programma

 

Sabato 23

Ore 10.00

Apertura al pubblico alla presenza del Sindaco di Ercolano Dott. Gaetano Daniele.

Mostra libro d’artista: a cura di Enzo Battarra.

Espongono: Vittorio Avella, Antonio Barbagallo, Angelo Casciello, Mario Ciaramella, Christian Costa, Laura Cristinzio, Antonio Davide, Antonio Di Grazia, Peppe Ferraro, Mario Franco, Enrico Grieco, Antonio Manfredi, Armando Moriconi, Renata Petti, Veronique Pozzi, Sergio Riccio, Errico Ruotolo, Vittorio Tolu, Attilio Tono, Oreste Zevola.

Ore 16.00

Visita agli Scavi di Ercolano: “Convivium”. Guida Anna Spinosa
(CampaniaIncoming prenotazioni 338 5231237 – 081 5580216)

Performance: Antonio Davide“Dioniso feconda la vite”

Video MAV

Ore 18.00

Premio “FuocOVitale” i “corti”, a cura di Mario Franco.

Giovani artisti emergenti dell’Accademia di Belle Arti di Napoli: Jole Audero, Gianvincenzo Borriello, (DDT-Art Giuseppe Labriola) Luigi Piccirillo e Eliana Tilocca, Olga Farina e Pierluigi Grauso, Alfonso Fraia, Ezio Pierattini, Carlotta Sennato e Luca Mattei, Daniele Signorello e Paride Astarita, Davide Stasino, Eliana Vamvakinos e Michele Quercia, Enrico Vicinale.

Ore 19.00

Performance: “Terra ardente”, danzatrice Rosaria Iovine.Degustazioni dei vini in mostra. A cura del sommelier Maurizio Focone patronne di Viva lo Re.

Espongono le aziende: Ametrano, Cantine del Mare, Di Meo, Lonardo, Maffini, Mustilli, Pietratorcia, Torre del Pagus, Vestini Campagnano, Villa Dora.

 

Domenica 24

Ore 11.00

Visita guidata

Ore 17.30

Videoperformance: Enrico Grieco – “Sternere Triclinium”

Ore 18.00

I vini, coordina Maurizio Focone

I prodotti del Parco Nazionale del Vesuvio

Videoproiezioni

MAV-Virtuale

 

Lunedi 25

Ore 10.00

Per Le scuole: visita guidata a cura di Ida Stanzione -“Laboratorio del Gusto”

Installazione “Porzioni d’Arte” – Cristinzio, Petti, Ricciardi e i bambini del 2° Circolo Didattico F.Giampaglia di Ercolano

Ore 16.00

Audiovisivi (proiezioni continue)

Martedi 26

Ore 17.30

Tavola rotonda: “Emozioni artistiche ed organolettiche, intorno al vino rosso campano”.

Moderatore: Antonio Corbo, editorialista de “la Repubblica”; Enzo Battarra, critico d’arte

Michele Manzo, SeSIRCA; Giancarlo Moschetti, Dip. di scienze degli alimenti Facoltà di Agraria di Portici; Helga Sanità, antropologia, Università degli Studi Suor Orsola Benincasa; Antonella Monaco, ampelografia e storica della vite in Campania; Maurizio De Simone, enologo

 

Mercoledì 27, giovedì 28, venerdì 29

Mostre, video proiezioni, performance

Sabato 30

Ore 16.00

Visita agli Scavi di Ercolano: “Convivium”. Guida Anna Spinosa
(CampaniaIncoming prenotazioni 338 5231237 – 081 5580216)

Ore 17.00

FuocOVitale proiezioni continue.

 

Fuori mostra: installazione di Mario Esposito: “Uomo Natura (una forma che diventa uomo)”

 

____________________________________________
MAGGIORI INFO:
C.I.V.E.S./MAV, via IV Novembre Ercolano

Orario mostra 10-20

Associazione Arte da Mangiare onlus di Napoli
artedamangiare@email.it

tel. 339 6474074

http://www.artenapolidamangiare.it/
_____________________________________________

 

Annunci

One Response to “FuocOVitale: ad Ercolano (NA) dal 23 settembre 2006”

  1. Ondina Says:

    Fuoco Vitale del vulcano…deve essere bellissimo.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: